Edizione

DDS vol. 27, (1976–1978)

Documenti Diplomatici Svizzeri
Volume 27 (1.1.1976 bis 31.12.1978)

Direttore di ricerca: Sacha Zala 
rilegato, con copertina, 16x24cm
In preparazione

Equipe di ricerca
Pierre Brodard, Thomas Bürgisser, Sabine Dändliker, Dominik Matter, Joël Swai Praz, Maurizio Rossi, Franziska Ruchti, Christiane Sibille, Yves Steiner

Contenuto
Le relazioni estere della Svizzera negli anni 1976–1978, documentate dai documentidel volume 27, sono caratterizzate dall’attivazione e dal dinamismo. Il processo della CSCE e il dialogo Nord-Sud ampliano il raggio d’azione della diplomazia svizzera. Anche i diritti umani si trovano ora al centro dell’attenzione. Al contempo, il rifiuto del credito all’IDA e l’estensione del referendum in materia di trattati internazionali mettono in evidenza il crescente influsso del parlamento e della popolazione sulla politica estera. La recessione è acuita dall’apprezzamento del franco; la politica risponde con interventi volti al sostegno di valute estere e incentivando le esportazioni. Diversi scandali, infine, tratteggiano l’immagine di una Svizzera che appare ormai sempre meno «al di sopra di ogni sospetto».