e-Dossier: 700° anniversario della Confederazione – la dimensione internazionale

Il 7 settembre 1991, circa 1’200 invitate e invitati dalla Svizzera e dall’estero si riunirono a Sils per la «Giornata dell’Europa». I discorsi e la cerimonia si svolsero nella tenda Botta, la «parentesi visiva» delle celebrazioni del 700° anniversario. (dodis.ch/60332)

Dal 1291 al 1991 – 700 anni della Confederazione – un motivo per festeggiare. Questo è quello che la Svizzera disse a sé stessa alla fine degli anni ‘80. «CH91» era il nome del gigantesco progetto di giubileo che si sarebbe dovuto tenere in concomitanza con un’esposizione nazionale intorno al lago dei Quattro Cantoni – e che fallì clamorosamente nel 1987 a causa del voto nella Svizzera centrale.

e-Dossier: 40 anni di voto alle donne: una questione di politica estera

L'assenza del diritto di voto alle donne ha rappresentato per la Svizzera anche un problema di politica estera: «attraverso i rapporti delle mie ambasciate, la lettura della stampa estera ed i miei colloqui con visitatori illustri, mi rendo conto a che punto l'assenza del diritto di voto alle donne nuoce all'immagine del nostro paese». Così si esprimeva Friedrich Traugott Wahlen, Ministro degli esteri della Confederazione dal 1961 al 1965.

5. Gennaio 2021
Comunicato

Presentazione virtuale del nuovo volume 1990

Ieri, subito dopo la scadenza del periodo di protezione trentennale, i Documenti diplomatici svizzeri hanno presentato il nuovo volume sull'anno movimentato 1990, con la presenza dell'ex Consigliere federale Arnold Koller. Il Presidente della Confederazione nel 1990 ha ricordato il suo primo anno di presidenza e ha sottolineato l'edizione come «prezioso strumento di lavoro» per la ricerca storica contemporanea.

4. Gennaio 2021
Comunicato

Politica estera svizzera nel 1990: è arrivato il nuovo volume!

Il Presidente della Confederazione svizzera Arnold Koller sottoscrive, il 21 novembre 1990, la «Carta di Parigi per una nuova Europa» durante il vertice degli Stati partecipanti alla Conferenza sulla sicurezza e la cooperazione in Europa (CSCE).

«La divisione del nostro continente appartiene al passato», annunciò il presidente della Confederazione Arnold Koller durante il vertice di Parigi della Conferenza per la sicurezza e la cooperazione in Europa (CSCE) tenuta nel novembre 1990. «Ciò che i popoli hanno desiderato per decenni sta per iniziare: un’era di cooperazione tra Est e Ovest con l’obiettivo di costruire un’Europa nuova e più unita» (doc. 50, dodis.ch/54685). 

e-Dossier: Accordo sull’emigrazione con l’Italia

«Lavoratori stranieri» italiani durante la pausa pranzo in una baracca a Zurigo (FWS 6.10.1961)

«Abbiamo chiamato forza lavoro, arrivano uomini»: la famosa frase di Max Frisch risale al 1965. Già un anno prima, nel 1964, il consigliere federale Hans Schaffner rivolgeva parole simili a uno dei suoi alti funzionari. «Gli svizzeri si fanno delle enormi illusioni se credono che alla lunga possiamo ottenere dal nostro Stato vicino solo la popolazione attiva, inserita nel mondo del lavoro».

e-Dossier: 75 anni fa la fine della seconda guerra mondiale in Europa

The cease-fire is euphorically celebrated in the streets of Geneva. Swiss news journal «Schweizer Filmwochenschau» from May 11, 1945.

«Le campane delle chiese annunciano la fine delle operazioni belliche», disse il presidente della Confederazione Eduard von Steiger in apertura del suo discorso alla radio dell’8 maggio 1945: «Le indicibili sofferenze dei popoli colpiti dalla guerra si avviano alla fine». Pochi giorni dopo, in un quadro più confidenziale, il ministro degli esteri Max Petitpierre si mostrò meno ottimista di fronte a rappresentanti del parlamento e dei governi cantonali.

12. Marzo 2020
Comunicato

150 anni di Vorort

Sempre pronti a difendere gli interessi economici svizzeri all’estero. Intestazione di una lettera scritta dal presidente del Vorort G. Winterberger al Dipartimento politico il 7 ottobre 1976, dodis.ch/49928.

150 anni fa, il 12 marzo 1870, venne fondata l’Unione svizzera del commercio e dell’industria (denominata anche Vorort, oggi economiesuisse), una delle principali associazioni economiche del paese. Sul sito di Dodis si trovano all’incirca 1000 documenti redatti dal Vorort, ad esso indirizzati o nei quali è menzionato questo influente gruppo di pressione del settore privato.

Pagine

Abbonamento a Front page feed