JSON

15. Novembre 2017
Comunicato

Les journaux de Gorgé: projet d'édition avec UniDistance

Ministre suisse au Japon de 1940 à 1945: le diplomate Camille Gorgé (1893-1978)

Camille Gorgé a appelé son journal couvrant la période allant de janvier 1940 à octobre 1945 «Débâcle au Soleil-Levant». Ministre de Suisse à Tokyo, ce diplomate du Jura bernois a vécu la chute de l'Empire japonais pendant la Seconde Guerre mondiale. Ses écrits offrent un témoignage saisissant de son propre travail et une source de documentation sur les relations entre la Suisse et le Japon.

e-Dossier: l’«autunno tedesco» in Svizzera

Il 22 settembre 1977 il presidente della Confederazione K. Furgler e il consigliere federale P. Graber ricevono il presidente federale tedesco W. Scheel e il ministro degli esteri H.-D. Genscher all’aeroporto di Belp. Fonte: dodis.ch/50276.

Per i tedeschi si trattava innanzitutto di dar prova di normalità. Quando 40 anni fa il presidente federale Walter Scheel arrivò in Svizzera per una visita di Stato, la Repubblica federale tedesca (RFT) stava attraversando la peggior crisi dalla fine della guerra. La «Rote Armee Fraktion» (RAF) aveva dato avvio alla sua «Offensiva 77»: Fu l’inizio dell’«autunno tedesco», un periodo segnato da paura e morte.

24. Agosto 2017
Comunicato

«Affinité élective entre deux ‹Sonderfälle› durant la Guerre froide»

Couverture du nouveau volume de la collection «Quaderni di Dodis»

Le huitième volume de la collection «Quaderni di Dodis», qui vient de paraître, est consacré aux relations entre la Suisse et la Yougoslavie socialiste. Leur importance se manifeste aujourd'hui simplement par le fait que presque 5% de la population suisse a des racines familiales dans l'ancien État plurinational des Balkans.

e-Dossier: 50 anni dalla Guerra dei sei giorni – il ruolo della Svizzera

Caricatura tratta da un giornale egiziano pubblicata poco prima dell'inizio della Guerra dei sei giorni.

Fu un’iniziativa molto insolita, che esulava dai modi soliti della diplomazia: il 6 giugno 1967 ben otto capi-missione arabi si presentarono al consigliere federale Willy Spühler per protestare con fermezza contro le «tendenze anti-arabe» nella stampa e nell’opinione pubblica svizzere. «Tutto ciò viola lo spirito della neutralità svizzera», osservarono gli ambasciatori.

20. Giugno 2017
Manifestazione

Presentazione del settimo volume dei Quaderni di Dodis

Ivo Rogic: Diplomazia e «rivoluzione». Sguardi dalla Svizzera su Guatemala, Cuba e Cile (1950–1976)

Il 20 giugno 2017 si terrà presso l'Archivio federale a Berna il vernissage del nuovo volume dei Quaderni di Dodis, la collana di pubblicazioni dei Documenti Diplomatici Svizzeri. Nel volume 7 dei Quaderni di Dodis lo storico Ivo Rogic descrive i movimenti rivoluzionari in Guatemala, Cuba e Cile dal punto di vista della diplomazia svizzera

28. Maggio 2017
Comunicato

Dodis: online da 20 anni

Così si presentava Dodis nel 1997 quando la banca dati fu messa online.

Il 6,8% della popolazione svizzera dichiara di utilizzare Internet «più volte a settimana», il 15,1% l'ha usato «almeno una volta negli ultimi 6 mesi». Esistono ben 129 indirizzi registrati con l'estensione «.ch». Così si presentava il mondo digitale 20 anni fa, il 28 maggio 1997, quando fu messa online la pagina www.dodis.ch.

e–Dossier: L’«affare Conradi»

Illustrazione del Daily Herald del 17 novembre 1923. Titoli: «Assoluzione di Conradi», «Incredibile verdetto della giuria svizzera», «Conseguenza naturale di un giudizio a senso unico», da: E4320A#1000/849#68*

Fu la confessione di un assassino: «Forse solo i nostri discendenti capiranno e mi saranno riconoscenti per essere stato il primo a combattere apertamente questa banda internazionale di criminali», dichiarò Moritz Conradi alla polizia di Losanna. Il 10 maggio 1923 lo svizzero di Russia aveva ucciso con un’arma da fuoco, di fronte a testimoni, il diplomatico sovietico Vaclav Vorovskij.

Pagine

Abbonamento a Front page feed