Accesso agli archivi

Bestandessignatur Schweizerisches Bundesarchiv

Principi

In quanto istituzione di ricerca indipendente, nell’ambito dell’accesso agli archivi il centro di ricerca Dodis sottostà alle stesse disposizioni legali valide per le altre ricercatrici e gli altri ricercatori.

L’articolo 20 della Costituzione federale della Confederazione svizzera garantisce la libertà della scienza. In quanto progetto di ricerca, il gruppo di ricerca dei DDS è completamente libero nella selezione dei documenti, nel rispetto delle leggi vigenti. La responsabilità scientifica spetta al direttore dei DDS. Il gruppo di ricerca dei DDS si attiene al Codice d’etica e ai Principi della libertà della ricerca e dell’insegnamento scientifico della storia approvati dalla Società Svizzera di Storia (SSS).

Basi legali

L’accesso agli archivi della Confederazione è regolato dalla Legge federale sull’archiviazione (LAr) del 26 giugno 1998. Secondo l’articolo 9 (Principio della libera consultazione e termine di protezione), questi archivi sono accessibili al pubblico, a titolo gratuito, dopo la scadenza di un termine di protezione di 30 anni. Le eccezioni sono definite negli articoli 11 (Proroga del termine di protezione per i dati personali) e 12 (Altre restrizioni alla consultazione). I fondi soggetti a una proroga del termine di protezione da parte del Consiglio federale in base all’articolo 12 sono resi noti ogni anno nell’Allegato 3 (Elenco degli archivi con termine di protezione prorogato) dell’Ordinanza relativa alla legge federale sull’archiviazione (OLAr). Per le proprie ricerche, il gruppo di ricerca Dodis sottopone, conformemente all’articolo 13 della LAr (Consultazione durante il termine di protezione), in continuazione numerose richieste di consultazione.

Condizioni per la consultazione

La consultazione di fascicoli soggetti a protezione «può essere subordinata a oneri e condizioni; segnatamente può essere stabilito che i dati personali vengano resi anonimi», conformemente all’articolo 13, paragrafo 3 della LAr. Finora i documenti selezionati dai DDS resi accessibili grazie a questa procedura hanno potuto essere pubblicati integralmente e senza alcuna restrizione nella serie 1945– e su dodis.ch.

Elenco dei fascicoli non resi accessibili

Nel seguente elenco sono indicati i fascicoli la cui consultazione è stata negata al gruppo di ricerca Dodis dalle autorità competenti dei rispettivi Dipartimenti. L’elenco è continuamente aggiornato.

Elenco dei fascicoli non resi accessibili

Stato: 31.1.2018

Elenco dei fascicoli successivamente resi accessibili

Per i fascicoli ai quali l’accesso è stato negato nell’ambito del normale processo di ricerca, il gruppo di ricerca Dodis inoltra a scadenze regolari una nuova richiesta di consultazione. Questo permette al servizio interessato di verificare se la protezione prolungata sia ancora giustificata. L’«Elenco dei fascicoli della Confederazione nell’Archivio federale svizzero successivamente resi accessibili» riporta tutti i fascicoli resi accessibili dopo il processo di ricerca normale, nonché i documenti (numero Dodis) provenienti da questi fascicoli che il gruppo di ricerca ha poi pubblicato. Questo elenco viene aggiornato regolarmente:

Elenco dei fascioli successivamente resi accessibil

Stato 1.6.2017

Nota relativa alla classificazione

Secondo la LAr, i documenti che prima dell’archiviazione recavano un’annotazione riguardante la classificazione (p. es. confidenziale, segreto, ecc.) sono protetti, a partire dal momento della consegna agli archivi, dal termine di protezione sancito dalla LAr e non più dalla menzione di classificazione in questione. Le annotazioni di classificazione dei documenti pubblicati in Dodis sono dunque giuridicamente obsolete e rilevanti unicamente dal punto di vista della critica delle fonti.